SISTEMI DI SICUREZZA PER GLI ISTITUTI BANCARI

Sistemi Integrati di Sicurezza Bancaria

Sportelli bancari, bancomat, centri elaborazione dati, deposito contanti e trasporto valori rappresentano scenari nell’ambito Finance che hanno bisogno di controllo e protezione continui.

I centri elaborazione dati, cuore di tutte le operazioni bancarie, sono un potenziale bersaglio di attacchi fisici e virtuali pertanto pe proteggere i dati è importante che i sistemi di sicurezza e sorveglianza siano affidabili e certificati. Per quanto riguarda le filiali bancarie, l’assistenza ed i servizi ai clienti che include anche la sicurezza fisica, salvaguardando i clienti, i dipendenti e le attività, nonché la sicurezza informatica.

Inoltre il numero di sportelli bancomat cresce sempre di più in tutto il mondo poiché oltre al servizio di erogazione contanti, forniscono una gamma sempre maggiore di servizi bancari

Sistemi Anti-Intrusione per Banche

La sicurezza in questi luoghi sensibili è garantita attraverso una progettazione, pianificazione, installazione, messa in servizio e manutenzione di impianti di allarme intrusione e rapina in conformità alle normative di riferimento CEI EN 50131-1.

Per la progettazione del sistema, viene condotta una valutazione delle minacce ed un’analisi del rischio considerando il fatto che si tratta di strutture estremamente sensibili, pertanto si prende in considerazione il costo di eventuali furti o danni, la località in cui in cui trova l’immobile, la presenza o meno di un presidio e lo storico relativo a precedenti furti o minacce.

La protezione ha lo scopo di garantire la massima sicurezza in tutti gli ambienti interni, esterni e di trasporto della catena di lavoro, come:

  • Perimetri
  • Ingressi e uscite con sistemi bussole e varchi automatizzati;
  • Piattaforme di carico
  • Aree conteggio, controllo qualità e imballaggio con metal detector
  • Camere blindate
  • Veicoli per il trasporto valori
  • Aree riservate ai clienti

Oltre alla protezione degli edifici interni e la protezione di locali interni su porte e finestre, si prevede anche una fitta protezione di muri perimetrali con sistemi di rilevazione sfondamento e sensori radar scanner basati sulla misurazione del tempo di volo a protezione di pareti vetrate.

Infine per i locali che richiedono un maggiore grado di sicurezza come CED, server, casseforti, viene riservato un sistema di protezione ad-hoc multi-tecnologia con impiego di sistemi nebbiogeni in grado di accecare temporaneamente i criminali e di impedire loro di portare a termine il furto o arrecare danni all’immobile.

Servizi di Videosorveglianza per la Sicurezza Bancaria

Per la progettazione di un sistema di videosorveglianza in ambito pubblico, in conformità alla normativa CEI EN 62676, viene eseguita un’analisi delle esigenze specifiche del sito identificando le aree in cui è richiesto un monitoraggio visivo che non si limiti alla mera archiviazione delle immagini, ma che sia parte attiva nella rilevazione ed identificazione di eventi mediante:

  • Funzioni di video-analisi intelligente delle immagini con algoritmi “left object” per la rilevazione di oggetti lasciati oltre ad un determinato tempo all’interno di aree virtuali con funzioni antiterrorismo, “ATM” per la rilevazione di una o più persone che stazionano all’interno dell’area bancomat oltre un determinato tempo, “Skimmer Detection” per la rilevazione della presenza di minime variazioni della posizione di contorni all’interno dell’area ATM come sistema anti-frode, “stolen object” per la rilevazione di oggetti rimossi, “loitering” per la rilevazione di soggetti sospetti che stazionano all’interno di determinate aree oltre un determinato tempo, “counting” per il conteggio e aggregazione del numero di soggetti di interesse che attraversano linee virtuali in una certa direzione
  • Funzioni anti-masking che permettano la rilevazione dell’incappucciamento del volto al fine di bloccare l’accesso in bussola del malintenzionato
  • Sistemi di riconoscimento biometrico “face-detection” per l’accesso ai locali maggiormente sensibili come caveau, locali server, etc.
  • Funzioni di inseguimento dell’oggetto mediante auto-tracking
  • Piattaforma aperta che possa essere integrata con altri sistemi nella struttura e che possa essere centralizzata

Sistemi di Controllo Accessi e Rilevazione Presenze per Banche

Le banche e gli altri istituti del settore finanziario dispongono in genere di una fitta rete di filiali a gestione centralizzata. Inoltre, negli orari di apertura al pubblico è indispensabile coordinare il flusso di clienti. Un sistema digitale intelligente garantisce economicità, comfort e sicurezza.

Le banche richiedono elevati requisiti di sicurezza per sistemi di chiusura e controlli degli accessi. La protezione fisica dei dati sensibili dei clienti è dunque al primo posto.

In questo caso è importante trovare una soluzione non solo efficace, ma anche flessibile. Solo così è possibile, ad esempio, riprodurre con rapidità nel sistema le mutevoli funzioni dei dipendenti o revocare velocemente il diritto di accesso a dipendenti dimissionari.

In linea generale, in corrispondenza degli ingressi principali in funzione della tipologia di stabile, si prevedono bussole, varchi automatizzati o tornelli tripodi per il controllo degli accessi con opportuno sistema di identificazione RFID.

I vantaggi e le finalità di un sistema di un controllo accessi sono:

  • Aumento del livello di sicurezza da potenziali attacchi interni/esterni/visitatori: compartimentare aree interne ed esterne con assegnazione di livelli di accesso sui varchi in funzione del ruolo, giorno, fascia oraria, etc
  • Aumentare della flessibilità negli accessi grazie all’impiego di nuove tecnologie per l’identificazione e l’accesso con smart-phone sfruttando BLE, NFC, e QR code.
  • Impiego di sistemi biometrici per locali particolarmente sensibili, conformi agli standard ISO/IESC 19794-5 (ICAO) in AND con sistema di lettura badge Mifare in modo da aumentare il livello di sicurezza e l’affidabilità del sistema
  • Gestione centralizzata multi-sede con impiego di piattaforme che posso crescere in termini di numero utenti e terminali in funzione delle necessità aziendali senza alcun impatto sul funzionamento del sistema.
  • Dematerializzazione: eliminazione del cartaceo per la gestione della privacy e per la presa visione delle misure di sicurezza mediante impiego di tablet per la firma grafometrica
  • Incremento della safety: calcolo di numero addetti al primo soccorso, antincendio oppure per verifica dati sicurezza per accesso al cantiere di squadre esterne
  • Controllo veicolare con impiego di sistemi lettura targhe, telepass UHF, APP-BLE. La gestione si applica a tutte le tipologie di persone che accedono al sito (dipendenti, ditte esterne, visitatori)
  • Rilevazione delle presenze dipendenti ai fini delle paghe mediante dei terminali dedicati per registrazione ingressi ed uscita; in alternativa è possibile utilizzare i terminali di controllo accessi ed interfacciarsi con sistemi pre-esistenti dedicati alle paghe
  • Gestione delle chiavi con bacheche elettroniche: autorizzazioni al prelevamento e logiche di riconsegna configurabili direttamente da sistema di controllo accessi; obiettivo è il tracciamento delle chiavi e bloccare l’uscita di chi non le ha riconsegnate
  • Tracciamento di eventi a posteriori ai fini security e statistici
  • Raccolta e analisi informazioni strategiche: ore uomo, divisione aziendale, centro di costo ai fini delle analisi e delle strategie aziendali
  • Controllo degli accessi a rack dati: di particolare interesse in particolare per tutte le realtà che forniscono servizio di housing e hosting, l’impiego di soluzioni meccatroniche di tipo wireless ONLINE e Gateway Wifi con un’ampia gamma di serrature a batteria ad alta sicurezza che possono essere applicate direttamente sulle maniglie dei rack

Sistemi di Rilevazione Incendio per la Sicurezza Bancaria

Gli istituti e gli sportelli bancari fanno parte di quella categoria di luoghi di lavoro dove alla valutazione del rischio di incendio generalmente viene anteposto quello intrusione/rapina; tuttavia il pericolo del fuoco non va sottovalutato se si considera che negli istituti bancari si trovano importanti archivi cartacei e/o informatici.

A questo proposito le finalità di un impianto di rilevazione fumi sono:

01Rilevare nel più breve tempo possibile un eventuale incendio

02Favorire un esodo tempestivo delle persone e lo sgombero dei beni

procces options
procces logo
Attivare i piani
di intervento03

Attivare i sistemi di protezione contro l’incendio ed eventuali altre misure di sicurezza04

La progettazione, l’installazione, la messa in servizio, la verifica funzionale, l’esercizio e la manutenzione dei sistemi di rilevazione fumo ed aspirazione in ambito pubblico, avviene in conformità alle normative UNI 9795, UNI EN54 e UNI 11224.

In questo caso vanno messe in atto le generali misure di sicurezza antincendio consistenti nella predisposizione di idonei muri e porte tagliafuoco, nell’ installazione di un idoneo numero di estintori, nella realizzazione di un impianto idrico antincendio a naspi o idranti, in funzione del livello di rischio.

Inoltre, altro elemento a rischio specifico di incendio è costituito dai locali server contenenti macchinari elettronici e banche dati per i quali le soluzioni possono essere costituite dai sistemi di rivelazione fumi sistemi ad aspirazione con impiego tecnologia LASER per rilevare particelle di fumo all’interno di aria prelevata da tubazione.

A salvaguardia dei beni contenuti all’interno dei locali di maggior interesse come sala SERVER o CED, si propone anche un sistema di spegnimento con centraline autonome conformi alla EN 12094-1:2003 ed in grado di gestire moduli d’uscita per l’attivazione e moduli d’ingresso per la segnalazione di eventuali guasti e/o disabilitazioni dei locali.