SISTEMI DI SICUREZZA PER I BENI CULTURALI

La Sicurezza nei Musei e Pinacoteche

L’obiettivo per le scuole d’infanzia, distretti scolastici, università, biblioteche e grandi campus universitari, è la creazione di un ambiente che promuova gli interessi degli studenti nei confronti dell’apprendimento e la passione dei docenti nei confronti dell’insegnamento.

Condizione necessaria perché sussistano tali condizioni è che tutti si sentano in un ambiente protetto e sicuro che scoraggi violenze e furti, minimizzi il rischio di atti vandalici e garantisca la sicurezza del personale docente e degli studenti.

Sistemi di Sicurezza per Beni Culturali

La sicurezza in questi luoghi sensibili è garantita attraverso una progettazione, pianificazione, installazione, messa in servizio e manutenzione di impianti di allarme intrusione e rapina in conformità alle normative di riferimento CEI EN 50131-1.

Per la progettazione del sistema, viene condotta una valutazione delle minacce ed un’analisi del rischio considerando il costo di eventuali furti o danni, la località in cui in cui trova l’immobile e lo storico relativo a precedenti furti o minacce.

In linea generale, si propone una protezione che preveda un monitoraggio di accessi, superfici e volumi con più barriere protettive partendo da una protezione perimetrale esterna, comprendente la recinzione e le aree non edificate tenendo conto della topografia e dell’utilizzo delle aree limitrofe.

In fase di progettazione viene inoltre vagliata la possibilità di proteggere

particolari aree interne al perimetro, dove sono presenti beni di particolare interesse per l’ente.

Sulle aree maggiormente sensibili esterne si propongono dei dissuasori anti-terrorismo sia fissi che mobili, che a seconda delle necessità del cliente, sono in grado di preservare il panorama cittadino, garantiscono la sicurezza e, in caso di necessità, consentono l’apertura del varco automatizzato per agevolare l’ingresso dei mezzi d’emergenza o l’evacuazione rapida dell’area. Sempre in tema anti-terrorismo in porti, aeroporti ed istituti penitenziari vengono proposti sistemi con metal-detector e macchine per il controllo a raggi X.

Una barriera più interna, prevede la protezione degli edifici interni e la protezione di locali interni agli edifici, mentre per particolari locali che richiedono un maggiore grado di sicurezza come CED, server, casseforti, viene riservato un sistema di protezione ad-hoc.

Servizi di Videosorveglianza per Musei e Pinacoteche

Per la progettazione di un sistema di videosorveglianza in ambito pubblico, in conformità alla normativa CEI EN 62676, viene eseguita un’analisi delle esigenze specifiche del sito identificando le aree in cui è richiesto un monitoraggio visivo che non si limiti alla mera archiviazione delle immagini, ma che sia parte attiva nella rilevazione ed identificazione di eventi mediante:

  • Registrazione di streaming con telecamere di ultima generazione per la ricostruzione di eventi: risoluzioni 4K, gestione avanzata del controluce, apparati multi-ottica che consentono di eseguire lo zoom in aree esterne alla scuola per monitoraggio delle fasi di uscita degli studenti
  • Funzioni di inseguimento dell’oggetto mediante auto-tracking per l’inseguimento di possibili sospetti
  • Funzioni di giro ronda in cui la telecamera si sposta automaticamente tra le posizioni preimpostate per controllare continuamente aree sensibili.
  • Notifiche automatiche real-time in caso di un accesso all’interno degli edifici fuori dall’orario di lavoro, con pop-up e conferma video ed ubicazione del punto di interesse all’interno della mappa
  • Rilevamento di situazioni potenzialmente pericolose con sistemi di video-analisi intelligente delle immagini con “left object” per la rilevazione di oggetti lasciati oltre ad un determinato tempo all’interno di aree virtuali con funzioni antiterrorismo, “stolen object” per la rilevazione di oggetti rimossi, “loitering” per la rilevazione di soggetti di interesse che stazionano all’interno di aree virtuali oltre un determinato tempo.

Sistemi di Controllo Accessi e Rilevazione per Beni Culturali

Nelle strutture deputate all’istruzione e alla formazione, come scuole e università, entrano ed escono ogni giorno persone con gli interessi più diversi: scolari e studenti, insegnanti e professori, operai e addetti alle pulizie. Tuttavia all’intero campus, o alle zone sensibili come i laboratori, le biblioteche e gli studentati, possono accedere solo le persone autorizzate pertanto è estremamente necessario un sistema di controllo acccessi che stabilisca chi ha diritto ad accedere a tali luoghi e garantire la sicurezza.

I vantaggi e le finalità di un sistema di un controllo accessi sono:

  • Gestione delle chiavi con bacheche elettroniche: autorizzazioni al prelevamento e logiche di riconsegna configurabili direttamente da sistema di controllo accessi; obiettivo è il tracciamento delle chiavi e bloccare l’uscita di chi non le ha riconsegnate
  • Aumento del livello di sicurezza da potenziali attacchi interni/esterni/visitatori: compartimentare aree interne ed esterne con assegnazione di livelli di accesso sui varchi in funzione del ruolo, giorno, fascia oraria, etc
  • Tracciamento di eventi a posteriori ai fini security e statistici

Sistemi di Rilevazione Incendio per Musei e Pinacoteche

In ambito cultura e formazione, la capacità di rilevare tempestivamente l’insorgere di un incendio, può voler dire salvare la vita a molte persone, pertanto assume un importanza vitale la corretta progettazione di un impianto di rilevazione incendi.

A questo proposito le finalità di un impianto di rilevazione fumi sono:

01Rilevare nel più breve tempo possibile un eventuale incendio

02Favorire un esodo tempestivo delle persone e lo sgombero dei beni

procces options
procces logo
Attivare i piani
di intervento03

Attivare i sistemi di protezione contro l’incendio ed eventuali altre misure di sicurezza04

La progettazione, l’installazione, la messa in servizio, la verifica funzionale, l’esercizio e la manutenzione dei sistemi di rilevazione fumo ed aspirazione in ambito pubblico, avviene in conformità alle normative UNI 9795, UNI EN54 e UNI 11224.

Trattandosi per lo più di locali pubblici vengono recepite anche le leggi specifiche di settore come ad esempio: D.P.R. 30/6/1995 per biblioteche ed archivi, D.M. 21/3/2018 per le scuole, D.M. 9/5/2007 per musei ed esposizioni.

Nella maggior parte dei casi, trattandosi di ambienti pontenzialmente affollati come musei o campus, si prevedono dei sistemi di allarme vocale per scopi d’emergenza conformi alla UNI ISO7240 che avvisano gli occupanti di un pericolo che può richiedere la loro evacuazione dall’edificio in condizioni di sicurezza e in modo ordinato.

A salvaguardia dei beni e persone contenuti all’interno dei locali di maggior interesse come sala SERVER o CED, si propone anche un sistema di spegnimento con centraline autonome conformi alla EN 12094-1:2003 ed in grado di gestire moduli d’uscita per l’attivazione e moduli d’ingresso per la segnalazione di eventuali guasti e/o disabilitazioni dei locali.