SISTEMI DI SICUREZZA PER I CENTRI DI RACCOLTA

La Sicurezza nei Centri di Smaltimento Rifiuti

La corretta gestione dei rifiuti pericolosi e non pericolosi, di origine urbana o speciale, è alla base dei principi che l’Unione Europea ha indicato in specifici Regolamenti e Direttive e ciascuno Stato Membro, tra cui l’Italia, ha dovuto recepire i principi sanciti dall’Unione Europea con una specifica normativa per la gestione dei rifiuti.

La filiera dei rifiuti, dalla loro produzione fino alla loro destinazione finale passando per raccolta, il trasporto, ed il trattamento (recupero o smaltimento) fino al riutilizzo/riciclo dei materiali di scarto, necessita di un sistema di sicurezza integrato che permetta la continuità di servizio di tutto il processo.

Sistemi di Sicurezza per i Rifiuti

La sicurezza in questi luoghi sensibili è garantita attraverso una progettazione, pianificazione, installazione, messa in servizio e manutenzione di impianti di allarme intrusione e rapina in conformità alle normative di riferimento CEI EN 50131-1.

Per la progettazione del sistema, viene condotta una valutazione delle minacce ed un’analisi del rischio pertanto si prende in considerazione il costo di eventuali furti o danni, la località in cui in cui trova l’immobile, la presenza o meno di un presidio e lo storico relativo a precedenti furti o minacce.

In linea generale, si propone una protezione che preveda un monitoraggio di accessi, superfici e volumi con più barriere

protettive partendo da una protezione perimetrale esterna, comprendente la recinzione e le aree non edificate tenendo conto della topografia e dell’utilizzo delle aree limitrofe.

In fase di progettazione viene inoltre vagliata la possibilità di proteggere particolari aree interne al perimetro, dove sono presenti beni di particolare interesse per l’ente.

Una seconda barriera più interna, prevede la protezione degli edifici interni e la protezione di locali interni agli edifici, mentre per particolari locali che richiedono un maggiore grado di sicurezza come CED, server, casseforti, viene riservato un sistema di protezione ad-hoc.

Servizi di Videosorveglianza per Smaltimento Rifiuti

Per la progettazione di un sistema di videosorveglianza in ambito industriale, in conformità alla normativa CEI EN 62676, viene eseguita un’analisi delle esigenze specifiche del sito industriale identificando le aree in cui è richiesto un monitoraggio visivo che non si limiti alla mera archiviazione delle immagini, ma che sia parte attiva nella rilevazione ed identificazione di eventi mediante:

  • Monitoraggio del deposito dei rifiuti ingombranti e dei rifiuti speciali, degli elettrodomestici e dei mobili e materassi che verranno con funzioni di video-analisi intelligente “left object”
  • Monitoraggio di veicoli fermi fuori dall’isola ecologica fuori dagli orari consentiti, con impiego di algoritmi di video-analisi intelligente “stationary vehicle” in grado di segnalare la presenza di un veicolo fermo oltre ad un determinato tempo all’interno dell’area esterna all’isola.
  • Funzioni di inseguimento dell’oggetto mediante auto-tracking per l’inseguimento di individui sospetti
  • Strumenti di detezione fumo mediante l’impiego di telecamere termiche ed algoritmi di video-analisi “Smoke Fire” in grado di rilevare la presenza di un incendio all’interno dell’area
  • Identificazione dei cittadini che depositano, fuori orario o comunque rifiuti non ammessi nei pressi dell’isola con funzioni di rilevamento area mediante telecamere termiche e funzioni di video-analisi intelligente delle immagini con algoritmi “trespassing
  • Notifiche automatiche real-time in caso di un accesso all’interno di un’area, con pop-up e conferma video ed ubicazione del punto di interesse all’interno della mappa

Sistemi di Controllo Accessi e Rilevazione per i Rifiuti

Risulta dunque fondamentale consentire l’accesso alle sole persone autorizzate a determinate aree in modo da garantire l’affidabilità di tutto il processo produttivo ed aumentare il livello di sicurezza da potenziali attacchi interni ed esterni.

In linea generale in corrispondenza degli accessi pedonali e veicolari si prevedono tornelli a tutta altezza per l’accesso del personale e delle barriere veicolari per l’accesso di automobili e autoarticolati con sistemi di riconoscimento RFID.

I vantaggi e le finalità di un sistema di un controllo accessi sono:

  • Aumento del livello di sicurezza da potenziali attacchi interni/esterni/visitatori: compartimentare aree interne ed esterne con assegnazione di livelli di accesso sui varchi in funzione del ruolo, giorno, fascia oraria, etc
  • Aumentare della flessibilità negli accessi grazie all’impiego di nuove tecnologie per l’identificazione e l’accesso con smart-phone sfruttando BLE, NFC, e QR code
  • Gestione centralizzata multi-sede con impiego di piattaforme che posso crescere in termini di numero utenti e terminali in funzione delle necessità aziendali senza alcun impatto sul funzionamento del sistema
  • Rilevazione delle presenze dipendenti ai fini delle paghe mediante dei terminali dedicati per registrazione ingressi ed uscita; in alternativa è possibile utilizzare i terminali di controllo accessi ed interfacciarsi con sistemi pre-esistenti dedicati alle paghe
  • Controllo veicolare con impiego di sistemi lettura targhe, telepass UHF, APP-BLE. La gestione si applica a tutte le tipologie di persone che accedono al sito (dipendenti, ditte esterne, visitatori).
  • Tracciamento di eventi a posteriori ai fini security e statistici
  • Portierato elettronico: funzioni di reception semi-automatica in base a fasce orarie e controllo accessi a distanza per varchi non presidiati con impiego di sistemi di video-citofonia IP

Sistemi di Rilevazione Incendio per Smaltimento Rifiuti

La business continuity in ambito industriale è una priorità ed un’interruzione del flusso di dati, può generare perdite molto significative e danni all’immagine altrettanto significativi.

Un sistema capace di allertare precocemente dell’innesco di un incendio offre il tempo per mettere in sicurezza cose e persone. A questo proposto le finalità di un impianto di rilevazione fumi si riassumono come segue:

01Rilevare nel più breve tempo possibile un eventuale incendio

02Favorire un esodo tempestivo delle persone e lo sgombero dei beni

procces options
procces logo
Attivare i piani
di intervento03

Attivare i sistemi di protezione contro l’incendio ed eventuali altre misure di sicurezza04

La progettazione, l’installazione, la messa in servizio, la verifica funzionale, l’esercizio e la manutenzione dei sistemi di rilevazione fumo ed aspirazione in ambito industriale avviene in conformità ai riferimenti normativi UNI 9795, UNI EN54 e UNI 11224.